Eidos, cinema psyche e arti visive

E' uscito il nuovo numero di eidos, cinema psyche e arti visive, rivista quadrimestrale "creata e scritta da psichiatri, psicoanalisti junghiani e freudiani ed esperti di cinema", curata da Antonella Antonetti e Luisa Cerqua e diretta da Alberto Angelini.

Apre questo numero l'editoriale a firma di Luisa Cerqua e Antonella Antonetti Cinema e Psicoanalisi.
Seguono interventi di Elisabetta Marchiori: Affinità elettive
Antonella Dugo: Grandi personaggi nel cinema del novecento
Filippo Timi: Il lavoro dell'attore oltre i tabù
Livia Pascalino: Io ti salverò - Psicoanalisi in erba
Pasquale Pede: Il segreto di una donna - La rappresentazione dello psicoanalista nella Hollywood classica
Pia De Silvestris: Viaggio in Italia - Alla ricerca del tempo ritrovato
Anna Piccioli Weatherhogg: Il posto delle fragole - Sogno o son desto?
Cecilia Chianese: L'occhio che uccide - Gioco di specchi
Antonella Antonetti: Un'altra donna - Il tempo dell'ascolto
Luigi Vagnetti: Terapia e pallottole - Lo psichiatra, il gangster, il conflitto irrisolto con la
figura paterna
Maria Grazia Minetti: Semi lasci ti cancello - La forza del desiderio
Benedetto Genovesi: Habemus papam -Il coraggio di essere umani
Lucia Figà Talamanca: A dangerous method - così è, se vi pare
Francesca Pizzino: Il lato positivo - Il male oscuro
Luisa Cerqua: Tutta colpa di Freud - L'Edipo non tramonta mai
Luigi Cappelli: Lo chiamavano Jeeg Robot - Fuga nell'onnipotenza
Angelo Moroni: Split - Il mistero identitario
Paola Catarci: Life, Animated - Autismo, una storia vera
Barbara Massimilla: Rispecchiamenti tra psicoanalisi e cinema
Pietro Roberto Goisis: L'interesse per il cinema di una Società Psicoanalitica - L'esempio
della SPI
Franca Fabbri: Il Sogno... La Morte - Hypnos... Thanatos
Domenico Chianese: Freud e l'arte moderna

Nel prossimo numero Cinema e Arte

eidos si trova in Libreria e nel circuito Feltrinelli