Vienna 1932 – Eclissi di sole

ECLISSI DI SOLE - 1926, George Grosz

12 settembre 1932
Vienna, IX . Berggasse 19

Caro Jones,
grazie per la Sua prima lettera da presidente! Mi è dispiaciuto che l'evidente ambizione di Ferenczi non abbia potuto esser soddisfatta, ma in effetti non c'era il minimo dubbio che soltanto Lei potesse essere chiamato alla guida. La svolta di Ferenczi è certamente molto spiacevole, ma non ha niente di traumatico. Sono già tre anni che osservo la sua crescente alienazione, la sua inaccessibilità agli avvertimenti relativi ai suoi errori tecnici e, ciò che probabilmente è più significativo, la sua ostilità personale verso di me per la quale gli ho dato persino meno motivi che in occasioni precedenti. Tranne forse il fatto che sono sempre qui. Purtroppo nel suo caso il declino intellettivo e affettivo sembra avere una base di declino fisico. Sua moglie, una persona sensibile e coraggiosa, mi ha fatto sapere che dovrei considerarlo come un bambino malato.
Ciò si contrappone al fatto che tutto il resto al Congresso è andato in modo così soddisfacente. Mi è stato detto che è inequivocabile che il movimento si stia rendendo indipendente dagli influssi di singoli individui e che è evidentemente in condizione di sopravvivere piuttosto bene alla perdita di questa o quest'altra personalità. Pare che l'accordo, basato sul legame alla causa comune, e cioè la migliore garanzia per il futuro, sia eccellente.
Sono lieto che Lei apprezzi la scelta dei miei giovani (Kris, Hartmann, Walder, Martin). Martin si sta godendo ancora qualche giorno di vacanza in Svizzera; di conseguenza non conosco ancora i particolari degli accordi relativi al Verlag e la loro portata. Una volta che il Verlag si sarà liberato dalla sua dipendenza dal comitato dei creditori, il comitato di controllo si rivelerà, spero, un consigliere saggio e non un noioso cerimoniere di corte. Purtroppo il futuro del Verlag dipende dagli sviluppi politici in Germania; se la Hitlerei farà ancora progressi non si compreranno molti libri psa. Il destino del mio "Ergaszende Vorlesungen", che è appena andato in tipografia, sarà molto illuminante.
Con auguri cordiali per la Sua buona salute, che ora è di comune interesse per tutti i membri.

Suo,
Freud