Servizio Clinico di Consultazione


Il Servizio di Consultazione è attivo presso il Centro Psicoanalitico di Roma dal 1974.
Il responsabile del Servizio di Consultazione è il Dott. Fabio Fiorelli
La finalità del servizio è quella di offrire una consulenza psicoanalitica qualificata con l’indicazione, nei casi in cui essa emerga, del tipo di percorso più adeguato da perseguire: psicoanalisi, psicoterapia di coppia,intervento sulla famiglia etc;
Accoglie le domande relative al disagio psichico, offrendo una risposta specifica per ogni età: bambini, adolescenti, adulti ed anziani.
E’ gestito da psicoanalisti associati alla Società Psicoanalitica Italiana, e ha sede presso il Centro Psicoanalitico di Roma, in via Panama 48.

  1. La consultazione psicoanalitica dell’adulto
    Il disagio psichico nell’adulto può legarsi a eventi di vita, come una perdita, una separazione, un evento stressante in ambito lavorativo, un evento traumatico;  in altri casi il disagio si presenta sotto forma di una sofferenza soggettiva poco definita, di una difficoltà di vivere, di un intoppo, in altri ancora con l’emergere di sintomi psicologici (ansia, insonnia, irritabilità, sbalzi di umore, comportamenti coatti, dipendenze) e persino somatici; tutto ciò può portare il soggetto a interrogarsi su di sé e sentirsi messo in crisi.La consultazione, in un ciclo di uno o più incontri, potrà trovare sbocco nell’indicazione di un percorso psicoanalitico.
    La crisi è un momento delicato, che può aprire la strada della sofferenza e della malattia, ma anche quella della crescita e del cambiamento; in quest’ottica la consultazione di uno psicoanalista esperto è finalizzata ad aiutare il soggetto a mettersi in contatto con il proprio vissuto, dandosi -spesso per la prima volta - occasione di  ascolto e di parola, nella prospettiva di una presa in carico più consapevole e informata del proprio disagio.
  2. La consultazione psicoanalitica del bambino
    Il bambino manifesta il disagio psichico in modi diversi da quelli dell’adulto. La coppia genitoriale può essere informata di qualche “problema” dagli insegnanti, che vedono il bambino nel contesto sociale; oppure possono essere messi in allarme da comportamenti insoliti, da abitudini distorte, fino all’evidenza di uno stato di sofferenza emotiva esplicita del bambino. In tutti questi casi è spesso difficile trovare, per i genitori, una consultazione clinica che sappia orientarli sul problema che il loro bambino sta attraversando.
    La consultazione clinica del bambino prevede alcuni incontri con uno psicoanalista esperto in psicoanalisi infantile, che indirizzerà la famiglia, nel caso ciò sia ritenuto necessario, ad uno psicoanalista dell’infanzia che potrà iniziare un percorso di cura con il bambino e/o i genitori.
  3. La consultazione psicoanalitica della coppia e della famiglia
    Le coppie e le famiglie possono cercare una consultazione psicoanalitica indipendentemente dal disagio espresso da uno dei suoi membri. La ricerca di aiuto può avvenire per rispondere a momenti di crisi coniugale, momenti di passaggio critici della coppia, in altri casi per essere aiutati ad affrontare temi e dubbi sulla genitorialità, di fronte a una nuova nascita, alla crisi adolescenziale di un figlio, o nei passaggi di vita che comportano un disequilibrio nei precedenti assetti relazionali. Le coppie possono cercare un luogo di ascolto per avere l’occasione di parlare uno all’altro in presenza di un terzo, in tutte quelle situazioni in cui il dialogo sembra essersi interrotto e la coppia si sente in sofferenza. In alcuni di questi casi la consultazione potrà indicare un percorso psicoanalitico caratterizzato da un assetto specifico per la coppia o la famiglia.
  4. La consultazione psicoanalitica degli adolescenti
    L’adolescenza e la pubertà rappresentano un punto di passaggio fondamentale nella crescita del soggetto.La consultazione clinica in adolescenza ha perciò un ruolo decisivo e spesso preventivo rispetto allo sviluppo di situazioni più stabilizzate, e quindi più difficili da affrontare, nell’età più adulta.La consultazione clinica dell’adolescente prevede l’incontro della ragazza o del ragazzo con uno psicoanalista specializzato.
    L’adolescenza è crisi di per sé, e perciò tanto più delicato e difficile, per i genitori, per gli educatori, e per il ragazzo stesso, comprendere il confine tra una sofferenza e un disagio transitorio e fisiologico, e situazioni che richiedono un’attenzione e una cura particolari.
  5. La consultazione psicoanalitica per soggetti che operano in ambito sanitario educativo e sociale (medici, psicologi, insegnanti, operatori sociali, volontari, etc)
    Persone che per lavoro o per volontariato si trovino faccia a faccia con la sofferenza dell’altro, possono sentire l’esigenza, personale e professionale, di fare un’esperienza psicoanalitica; ciò può legarsi sia al particolare stress emotivo a cui sono sottoposte, che può avere ricadute anche significative sulla persona, sia alla sollecitazione che il loro contesto di vita gli offre, aprendo a una curiosità orientata all’autoconsapevolezza e all’ascolto dell’altro.

Contatta il Centro Psicoanalitico di Roma
Via Panama, 48 - Roma
Tel. e fax 068415016
Cell. Segr. tel. 3282044433
email: cpdr@tiscali.it